sabato 22 ottobre 2011

Teresa e la misoginia

-Uffa! Basta! Sono stanca!
Datemi del bianco d’uovo per la panna.
E presto, della farina, che sennò divento una iena!-
Questo urla Teresa mentre lancia cucchiai e mestoli dalla cucina.
-Terry ma guarda che sole! Dai andiamo a passeggiare!-
-Lasciami da sola!, oggi voglio solo bestemmiare!
Devo punirmi duramente per essere caduta nel solito errore!
Basta che mi distragga un attimo ed ecco il solito male, quello d’amore, lo stesso che fa rima con cuore e dolore-.
-Ma cos’è? Chi è stato stavolta Teresa?-
-Il solito intellettuale stronzo e presuntuoso, scomparso immediatamente dopo un messaggio sibillino e untuoso-.
- O mio Dio! Ma perché tu gli hai risposto?-
-Ma certo, e che dovevo fare, la bestia erano tre mesi che non si faceva sentire...-
-Certo, certo, e tu come una cretina hai pensato di vederci un’occasione-.
-Ovvio, certo, mi sembra naturale. Cosa pensi di uno che per mesi scompare e improvvisamente si mette a messaggiare?-.
-Vuoi sapere proprio cosa penso? Vuoi saperlo veramente? Senza che poi cerchi d’infilarmi la testa nell’acqua bollente? ... –

Teresa con lo sguardo che sembra di brace mi guarda e tace.
Aspetta una risposta chiara e onesta, aspetta che le dica in via definitiva quanto, nonostante l’età, rimanga una cretina.
- Senti Teresa, penso che l’uomo che ti vuole, farebbe per te anche un doppio salto mortale, quello che fa il vago e temporeggia, ti tiene di riserva per quando il materiale scarseggia-.
Terry mi guarda con gli occhi spalancati, è evidente che i maschi non li ha ancora capiti!
- Te lo spiego meglio: è come avere della buona carne in freezer da scongelare all’ultimo momento, niente a che vedere con l’incanto o con l’innamoramento.
L’uomo lo fai troppo sentimentale, ma purtroppo si tratta di un infimo animale, senziente sì ma egoista e vile, uno che omaggia la donna intelligente e magari la vorrebbe veder scomparire.
L’uomo di una certa levatura poi, mal sopporta la donna che gli risponde. Detesta quella che gli tiene testa.
Lui, l’intellettuale, odia l’intelligenza delle gente figurarsi quella di una donna che ritiene interessante.
Non ci pensa razionalmente ma gode come un riccio a farle andare in fumo la mente-.

Lascialo stare Teresa e non rispondere più ai suoi messaggi sibillini e untuosi, lascia che la riserva di carne la compri al supermercato, almeno per qualcosa avrà pagato!

Nessun commento:

Posta un commento