martedì 17 aprile 2012

Teresa e la Lega alla resa.

Un'altra lunga settimana di roba da non credere.



A cercare le notizie che ci faccian sbellicare,
qui sull’Ansa o sul web, ne troviamo certo un mare.
Ci son quelle che procurano un’alta depressione,
ci son quelle che ti mettono addosso il malumore,
quelle del ritorno del fuggiasco di Hard-Core,
e quelle che vorresti esser nato inquisitore.

C’è chi solo per parlare paragona Nilde Iotti,
a una che “per culo” e per storie tra picciotti
è assessore in Regione: una tal Nicol Minetti.
Ma c’è anche Alì Babà e i Padani ladroni,
che dopo averci rotto con la storia dei terroni
si fottono diamanti, soldi e grossi lingottoni.

Ma non finisce qui, c’è l'astuto Formigoni
che inventa certe balle da far cascar “maroni”.
Le sue gite fuori porta, allegro e in comitiva,
suonan così comiche che mi perdo pur la rima.
Eppure a Capodanno io non spendo così tanto:
sol del pesce surgelato, taralucci e del vinsanto.



Ma sì, ma che c’importa siamo all’avanspettacolo,
che a ricordare Silvio ci pare un gran miracolo.
È forse che io sono diventata proprio vecchia,
eppure la realtà più l’ascolto e più mi agghiaccia.
Mi par proprio di vivere in un circo itinerante
con equilibristi in bilico sulla vita della gente.


E i giornali ed i media cedono all’opportunismo
perché il parlare di suicidi, fa tanto garantismo
ma in tanti han domandato un tempo il loro aiuto,
ottenendo forse un grazie, un “a presto” ed un rifiuto.
Il fatto è che si parla e si fa anche gran festa,
per ottenere un titolo da perdere la testa.

Perché la demagogia sta sia a destra che a sinistra,
se ne ammala pure comico ed il giustizialista:
perché quando si parli di quattrini e di potere,
nessuno che si scomodi ad alzare il suo sedere.
Il male è dappertutto e noi stiamo a guardare,
facciamo al massimo "due passi" per manifestare.

E i ladri ancor stan lì e li lasciano stare,
intanto Equitalia fa ciò che più gli pare.
Lo Stato mette mano nei conti della gente
di chi zitto lavora e non ha rubato niente.
Andate a fare i conti in tasca ai parlamentari
ai lobbisti, ai quattro furbi e ai sottosegretari.

Dovete prender soldi da quei quattro farabutti,
e metterli in galera perché han rubato a tutti.
E non parlate più di equità sociale,
ci son ville milionarie ancor da dichiarare.
Due passi fate avanti e quattro indietreggiate,
per non scontentar nessuno né il collega né l’abate.

E ora ci voleva pure il Grillo parlante
a confondere di più la testa della gente.
Nessuno che rinunci ai propri emolumenti,
questo ci vorrebbe per schiarir le nostre menti,
un gesto infine eroico e di purificazione
andare tutti via rinunciando alla pensione.

3 commenti:

  1. Elena, sono veramente piccole perle questi "canti" satirici. Mi rendo conto, leggendoli, che c'è un lavoro accurato dietro, a parte l'ispirazione e la passione civile che li motiva.
    Alcuni passaggi, con la forza della metrica e delle rime, "scolpiscono" concetti e realtà molto meglio di lunghe analisi, come questo passaggio:
    "E i giornali e i media cedono all’opportunismo
    perché il parlare di suicidi fa tanto garantismo
    ma in tanti hanno chiesto anche il loro aiuto
    ottenendo forse un grazie, un “a presto” ed un rifiuto."

    O quelli su Formigoni, su Nicole Minetti e su "Alì Babà e i Padani ladroni".

    RispondiElimina
  2. Grazie caro Ivan, ma pare che anche questo per la "massa" sia troppo visto che i giornali su carta nemmeno rispondono. Per primi i signor Padellari. che te devo dì, semo pochi eletti... grazie ancora di cuore, conosco la stima di cui godi e le tue parole mi fanno felice. La mancanza di attenzione da parte di "certa" gente spesso mi butta giù.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Capisco che l'indifferenza di certi organi dell'informazione "ufficiali" può scoraggiarci.
      C'è un mondo nuovo e "parallelo" che è cresciuto (anche sulla Rete, che ne è uno specchio e un mezzo di amplificazione) senza che loro lo sospettassero, e oggi fanno fatica ad accettarlo; dietro la loro indifferenza non c'è solo (in vari casi) la supponenza, ma anche un'istintiva paura verso ciò che non capiscono.
      Vogliono conservare il privilegio di essere loro a decidere chi è in e chi è out, ma per quanto ancora?
      Non buttarti giù, persisti e... insisti!

      Elimina