venerdì 1 giugno 2012

Teresa, il ravvedimento operoso e la plenaria indulgenza


Trecentottantamila treman sì forte per il fisco
e per la letterina che, avverte del gran rischio.
Nonna Esmeralda è corsa subito ai ripari
chiude il conto in banca e parla di rincari.
Lunetta la vicina si giustifica sbraitando:
sol con la preghiera si ha il ravvedimento.

Ma è inutile appellarsi alla carità divina
quella delle tasse è un’onerosa spina.
Siam come le galline, diceva la zia Pina
dobbiam covar uova per la fattorina,
alla testa lor ci puntano una carabina
poco poi importa se ci mangia la faina.

Siamo utili a servirli i laidi padroni
restano impuniti i nostrani ladroni.
Ma io vorrei sapere dov’è che sono i soldi
di tutti i politici, dei gran laidi e manigoldi.
Da quando son piccina io sento parlare
di mani pulite e della santa inquisizione.

Lingotti, e diamanti e miliardi di euro
ladroni e inquisiti dalle pensioni d’oro.
Sono tanti lo so anch’io, ma tanti veramente
Che io proprio non riesco a tenerli a mente
Mi domando soltanto dov’è la refurtiva
che andrebbe a sanare tutta l’evasa iva.















Perché sarò imbecille ma è solo per sapere
se stan facendo indagini sul grosso capitale:
su quel che la Fornero diceva, razionale,
che è sì proprio difficile da recuperare.
I ricchi la lor spesa la fanno oltrefrontiera
e siamo sempre noi a rischiare la galera.

Tutti a guardar parate e tricolori in aria,
e con la fiducia passa pur la finanziaria.
Quando non staremo più col naso in aria
potremo esser anche un can che non abbaia,
a men che non si pensi che partecipazione
sia questa collettiva e virtual condivisione.

Qui ci fotton tutti e non cresceremo mai
non è con le minacce che uscirem dai guai.
Intanto arriva Silvio che con il cor contento
Evita l’udienza con il legittimo impedimento.
Ed i parlamentari, stan tutti in Piazza Duomo
per beccarsi in piena faccia l’illegittimo perdono

Io intanto mi rassegno a pagar conti salati
per tutti i miei errori che credevo già saldati.
Ma sai come si dice: che sol chi ha spalle forti
dovrà pagarli tutti e sino in fondo i suoi torti.
Il fatto è che qui pare che ci sia gran disparità
e che la legge equa non è che sciocca amenità.






Nessun commento:

Posta un commento